Kefir, i benefici per la salute

Definito «l’elisir di lunga vita dei pastori armeni» dal premio nobel Mechnikov, che condusse nel 1908 i primi studi approfonditi sul prodotto, il kefir ha delle importanti proprietà nutrizionali perché ricco di vitamina B1, acido folico e triptofano. La presenza di Lactobacillus rhamnosus rende questa bevanda utile a prevenire la carie e altre patologie, quali asma, rinite allergica e dermatite atopica se somministrata nei primi mesi di vita. Oltre a ristabilire la flora batterica, regolando naturalmente l’intestino, il kefir, in passato, è stato usato in ospedali e sanatori per la cura della tubercolosi, del cancro, delle allergie e dei disordini gastrointestinali.

Leggi tutti gli articoli sui benefici per la salute del kefir!

La bevanda si ottiene aggiungendo all’acqua o al latte i grani di kefir, bianchi o giallastri, di aspetto gelatinoso, simili a piccoli cavolfiori dal diametro variabile tra 3 e 20 mm. Ogni granulo contiene circa il 4,4% di grassi, il 45,7% di mucopolissacaridi, il più importante dei quali è un polisaccaride solubile in acqua chiamato kefiran, il 27% di proteine insolubili, il 7,6% di proteine solubili, il 5,6% di aminoacidi liberi, tracce di ferro in forma amorfa e cristallina. Sulla loro superficie si distribuisce la microflora fatta per il 62-69% da lactobacilli, per l’11-12% da cocchi e per il 16-20% da lieviti.

granuli-di-kefir-da-latte-700x300

Proprietà nutrizionali

È particolarmente ricco in vitamina B1, coinvolta nella regolazione del metabolismo dei glucidi, dei grassi, delle proteine e sostanza chiave nell’apparato muscolare e nel sistema nervoso. Il suo giusto apporto è di aiuto all’organismo per la corretta assimilazione di tutte le altre vitamine del gruppo B. Il kefir è una fonte di acido folico per questo il suo consumo è raccomandato alle donne in attesa: i folati, infatti, non devono mai mancare in gravidanza perché una loro carenza è stata correlata con difetti del tubo neurale come la spina bifida.

Il kefir fornisce anche una discreta quantità di fosforo, il secondo minerale più abbondante nell’organismo umano, costituente fondamentale dell’Atp, degli acidi nucleici e insieme al calcio indispensabile per la formazione delle ossa e dei denti.

Il kefir fornisce anche una discreta quantità di calcio facilmente assimilabile e di potassio, fondamentale per il corretto sviluppo dei muscoli, per la regolazione della pressione osmotica cellulare e per lo svolgimento di reazioni enzimatiche quali la glicolisi e la catena respiratoria. Nel kefir sono presenti anche aminoacidi liberi come il triptofano che potrebbe spiegare perché a questa bevanda sia stata attribuita la capacità di mediare un’importante azione sul sistema nervoso centrale. Il suo apporto è infatti fondamentale anche per la sintesi della serotonina, un neurotrasmettitore che regola il comportamento sessuale, la sensibilità, il dolore, l’appetito, ma anche il tono dell’umore, la temperatura corporea, il sonno e il vomito.
Kefir latte fermentato

Proprietà terapeutiche

Il kefir, in passato, è stato usato in ospedali e sanatori, per la cura della tubercolosi, del cancro, delle allergie e dei disordini gastrointestinali. Un regolare consumo di kefir, soprattutto nei bambini di età compresa tra i 3 e i 4 anni sembra poter ridurre il rischio carie.

Fra i componenti della bevanda, infatti, figura Lactobacillus rhamnosus (Lgg) che ha mostrato esercitare un effetto antagonista nei confronti di numerosi batteri compreso Streptococcus mutans, ad attività cariogena.

Il kefir sembra avere anche proprietà antitumorali: studi in vitro hanno dimostrato che sia la bevanda, sia i grani, sono in grado di legare sostanze a elevato potere mutageno per il Dna, come l’imidazolo e l’indolo.

È stato stimato che nei Paesi industrializzati circa il 10% dei bambini soffre di asma, rinite allergica e dermatite atopica. Questi disturbi compaiono tanto più di frequente quanto più durante la prima infanzia l’intestino non è stato sufficientemente e adeguatamente colonizzato dal microbiota residente. Lo sviluppo della giusta microflora intestinale, infatti, riduce la secrezione dei mediatori dell’infiammazione, aiuta a garantire la funzione di barriera della mucosa intestinale, normalizza la permeabilità intestinale e increenta la produzione di IgA. Si è visto che somministrando a gestanti con predisposizione a rinite allergica, asma e dermatite atopica Lactobacillus rhamnosus nell’ultimo mese di gravidanza, nei 6 mesi successivi al parto e poi perpetrando tale somministrazione anche ai loro figli fino ai 2 anni di età, dermatite atopica, rinite allergica e asma compaiono solo nella metà dei casi rispetto ai controlli.

L’uso regolare di alimenti ricchi di batteri vivi, come il kefir, sin dallo svezzamento può avere un effetto preventivo sull’insorgenza delle sopraccitate patologie.

(Tratto da Kefir, Latte fermentato del Caucaso di Angela Nanni)

Funzionalità ed effetti benefici del kefir

Attività antimicrobica

– Può bloccare gli effetti dannosi di rotavirus ed E. coli

– Può ridurre l’incidenza di ulcere: le persone che più facilmente se ne ammalano e che hanno subito colonizzazione da parte di Helicobacter pilory non assumono latte fermentato a sufficienza

– Riduce l’incidenza di diarrea del viaggiatore

– Aiuta l’insediamento di un bilanciato microbiota residente

Attività sulle difese immunitarie

– Può aumentare l’efficienza di un vaccino

– Può stimolare l’attività dei fagociti e delle IgA migliorando perciò la risposta immunitaria nel suo complesso

– E’ stato dimostrato scientificamente e con molte testimonianze che il consumo regolare, di almeno 1l di kefir d’acqua al giorno aiuta a guarire alcune delle malattie autoimmuni come, per esempio, la malattia di Chrohn.

Influenza su alcune attività enzimatiche

– Abbassa i livelli degli enzimi fecali implicati nella cancerogenesi

– Migliora i sintomi dovuti al deficit di lattasi

Altri effetti benefici del kefir riconosciuti da chi lo utilizza: 

– Depura il fegato

– Abbassa il colesterolo cattivo

– Aiuta a perdere qualche chilo

-Previene la candida

– Regola naturalmente l’intestino, ristabilendo la flora batterica

– Allevia i sintomi del reflusso gastroesofageo

– Facilita la digestione

– Rinforza il sistema immunitario

Può essere utilizzato come coadiuvante nella cura di varie patologie:

– Malattie di nervi periferici
– Ulcere gastriche e duodenali
– Catarro bronchiale
– Artereosclerosi ipercolesterolizzante
– Malattie epatiche e biliari
– Malattie renali
– Malattie dello stomaco e dell´intestino
– Diarrea
– Stipsi
– Eczemi
– Candida

Il consumo di kefir può avere effetti anche sull’ansia e la depressione. Leggi l’articolo della Dr.  Amy Nett.

Leggi tutti gli articoli sui benefici per la salute del kefir!

Cosa aspettate? Iniziate a produrre in casa il vostro kefir!

2 thoughts on “Kefir, i benefici per la salute

  1. IL KEFIR ‘SE PRESO IN MODO COSTANTE E’ QUASI UN SALVA VITA.NON FINIRO’ MAI DI RINGRAZIARE IL MIO CARISSIMO AMICO LUCA SCHIAVONE.

Rispondi