Cornetti leggeri al kefir (senza burro)

Queste brioches al kefir di latte sono leggere e soffici, l’ideale per colazione. In questa ricetta sono state farcite con la marmellata, ma naturalmente sono ottime anche vuote o con la crema che più vi piace. Ecco la ricetta:

Cornetti leggeri al kefir


Ingredienti

250 gr farina 00

250 gr farina manitoba

250 gr kefir

1 uovo medio

120 gr zucchero

1 cucchiaio di miele

40 gr olio di semi

1 bustina di lievito per dolci

400 gr marmellata

latte per spennellare

Procedimento

– In una ciotola sbattete l’uovo, aggiungete il kefir, lo zucchero, il miele e l’olio.

– In un’altra ciotola mescolate le due farine e il lievito. Aggiungete poi nel centro i liquidi che avete mescolato prima.

– Iniziate a lavorare dal centro fino ad incorporare tutta la farina. Trasferite su una spianatoia infarinata e lavorate fino ad ottenere un composto omogeneo e liscio.

– Stendete l’impasto, fino a formare un cerchio spesso poco piu’ di mezzo centimetro e dividetelo in 8/16 triangoli (in base alla grandezza dei cornetti che desiderate). Farcite ogni triangolo mettendo un po’ di marmellata o la crema che preferite.

Brioches al kefir con marmellata

– Arrotolate i triangoli su se stessi partendo dalla base, formando i cornetti. Cercate di arrotolare lasciando la punta al di sotto del cornetto.

– Sistemate i cornetti su una teglia rivestita di carta da forno, ben distanti e spennellate con il latte.

– Cuocete i cornetti al kefir in forno statico preriscaldato a 180° per circa 20 minuti, finché non saranno dorati. Una volta freddi, conservateli in sacchetti di plastica ermetici fino 1-2 giorni.

Cornetti al kefir

Buon appetito!

Zuppa fredda di kefir e verdure (Okroshka)

L’okroshka è una zuppa fredda, a base di verdura fresca croccante, carne e uova, che fa parte della cucina nazionale ucraina e russa. Secondo la tradizione andrebbe preparata con il kvas, una bevanda fermentata a base di grano, ma attualmente viene fatta anche con il kefir, il siero o la birra. Con il kefir il risultato è davvero rinfrescante e nutriente!

 

Le ricette tradizionali in circolazione sono le più diverse, e tutte si richiamano all’idea originaria di “mescolare tutto quello che è rimasto in dispensa”. Tutte le versioni prevedono comunque cetrioli freschi, erba cipollina, aneto, ravanelli e uova sode.

Questa ricetta che vi proponiamo è un’okroshka vegetariana fatta con il kefir, con l’aggiunta di patate lesse a cubetti, ma a piacere potete sostituirle con carote, carne o pesce a cubetti, o anche del prosciutto.

Ecco la ricetta:

Zuppa fredda di kefir e verdure (Okroshka)

Ingredienti:

1 litro di kefir (decidete voi quanto siero filtrare) (qui la preparazione)
1 bicchiere di acqua fredda
300 gr patate lesse o tagliate a cubetti ( oppure 300 gr di carne o pesce tagliato a cubetti)
1 cetriolo sbucciato e privato dei semi a cubetti
6 ravanelli a cubetti
4 cipollotti tagliati finemente
1 tazza di rucola tritata grossolanamente
½ bicchiere di aneto fresco
1 cucchiaio di zucchero
1 cucchiaio di sale
2 cucchiai di senape
2 uova sode

–Bollite la patate a cubetti e trasferitele in una ciotola a raffreddare.

– Fate cuocere le uova (17 minuti in acqua bollente e salata), poi immergetele in una scodella di acqua gelata, per separare meglio tuorli e albumi. Sgusciate le uova sode e separate gli albumi dai tuorli. Poi tagliate gli albumi a cubetti e metteteli da parte.

– Mettete i tuorli in una zuppiera e aggiungete la senape, lo zucchero e il sale. Mescolate fino a ottenere un composto omogeneo.

– Amalgamate il kefir e l’acqua al composto aiutandovi con una frusta, sempre fino a che il tutto non risulterà una crema omogenea.

-Aggiungete al composto le patate, gli albumi a cubetti, la rucola, il cetriolo, i ravanelli, i cipollotti e l’aneto.

-Fate riposare in frigo almeno due ore prima di servire il piatto. Accompagnare con fette di pane nero di segale.

Zuppa fredda di kefir e verdure

Consiglio: per un risultato ancora più saporito, la sera prima mescolare insieme kefir, cipollotti verdi e aneto in una ciotola. Condire con sale e pepe, se lo si desidera e riporre in frigo per una notte (avverrà una”seconda fermentazione” del kefir, come spiegato in quest’articolo). Il giorno dopo preparare la zuppa seguendo la ricetta.

Variante dolce: un’okroshka fruttata con fragole, ciliegie, pesche e altre bacche insieme ai cetrioli e a una scorzetta di limone. Sostituite l’aneto con delle manciate abbondanti di menta e di dragoncello tagliati finemente.

 

Buon appetito!

Torta al siero di kefir morbidissima

Durante la preparazione casalinga del kefir ci troviamo spesse volte con grandi quantità di siero, che può essere utilizzato in cucina per vari usi (come spiegato in quest’articolo). Tra questi il siero (o latticello) conferisce a tutti i dolci una sofficità unica e può essere quindi usato in sostituzione del latte o dello yogurt.

Questa torta con il siero di kefir è estremamente soffice, leggera ed umida. Si conserva umida e morbidissima anche nei 2 giorni successivi. Può essere ulteriormente arricchita da gocce di cioccolato, frutti di bosco o frutta secca ed è perfetta per colazione o merenda.

Ecco la ricetta:

Ingredienti 
200 gr di farina 00
120 gr di burro a temperatura ambiente
330 gr di zucchero
3 uova
1/2 cucchiaino di bicarbonato di soda
1/2 cucchiaino di sale
120 ml di siero di kefir (filtrato durante la preparazione del kefir)
1/4 di cucchiaino di estratto di vaniglia

– Montate il burro con lo zucchero con le fruste elettriche fino a che non otterrete un composto lucido e gonfio. Aggiungete le uova, una alla volta, non aggiungendo il successivo fino a che il precedente non sia perfettamente incorporato.

– Mescolate il bicarbonato e il sale alla farina. Aggiungete quindi un terzo della farina al burro montato e mescolate. Aggiungete la metà del siero incorporando bene.

– Proseguite aggiungendo poco per volta la farina quindi il resto del siero, terminando con la farina. Mescolate sempre con una spatola di gomma, pulendo bene i bordi della ciotola dagli eventuali residui. Per ultimo aggiungete l’essenza di vaniglia e mescolate bene fino a che tutti gli ingredienti non siano ben amalgamati.

– Versate il composto nello stampo imburrato ed infarinato quindi passate in forno preriscaldato a 180° e fate cuocere per c.ca 40 minuti. Fate sempre la prova dello stecchino che deve uscire asciutto e completamente pulito.
– Appoggiate lo stampo su una grata e fate raffreddare.

Buon appetito!

Torta al siero di kefir




Questa torta è buonissima anche con l’aggiunta di cacao amaro, in una versione al cioccolato (85 gr cacao per 165 gr farina)! Provatela!

TOrta al siero di kefir e cacao

 

Insalata di patate con kefir

L’insalata di patate al kefir è un modo sfizioso e probiotico (grazie ai benefici del kefir) di servire le patate lesse. Viene preparata una salsa con kefir ed erba cipollina fresca davvero molto gustosa e dal sapore delicato. Una ricetta vegetariana facile e veloce, ideale per un pranzo estivo!

Ecco la ricetta:

Insalata di patate con kefir

Ingredienti
800 gr Patate 800
150 gr Kefir (qui la preparazione)
2 cucchiai Erba cipollina tritata
1 cucchiaio di prezzemolo tritato
Sale q.b.
Pepe
1 cucchiaio olio extravergine oliva
1 cucchiaino di senape (facoltativo)

Preparazione:

Lessare le patate con la buccia in acqua salata (ci vorranno circa 30 minuti, anche se il tempo varierà a seconda della dimensione delle patate). Quindi scolatele e lasciatele raffreddare.

Preparate la salsa mischiando il kefir con l’olio, l’erba cipollina e il prezzemolo. A piacere per rendere la salsa più saporita e piccante aggiungere 1 cucchiaino di senape. Infine salate e pepate a piacere.

Quando le patate si saranno raffreddate, pelatele, tagliatele a dadi piuttosto grossi e ponetele in un’insalatiera.
Condite le patate bollite con la salsa di kefir, mescolandole delicatamente per non romperle.

Ponete l’insalata di patate in frigorifero per almeno mezz’ora prima di servirla, in modo che si insaporisca meglio.

patate-senape- kefir

Buon appetito!

 

Frullato di kefir – Smoothie pesca e basilico

Questo frullato estivo e rinfrescante unisce pesche e basilico con dei cubetti di kefir di latte  congelati, che rendono il frullato freddo e cremoso, senza annacquare il sapore come i classici cubetti di ghiaccio.

I cubetti di kefir possono essere fatti in precedenza tramite una formina per cubetti di ghiaccio e poi utilizzati al momento per fare dei buonissimi smoothies.

Ecco la ricetta:

Smoothie al kefir, pesca e basilico

 

Ingredienti

Per i cubetti di kefir ghiacciato

1/2 tazza di kefir di latte

Per il frullato (per 1 persona)

2 pesche tagliate a pezzi

4-5 foglie di basilico grandi

5 cubetti di kefir congelato

Fette di pesca per guarnire (facoltativo)

Preparazione

Versare il kefir nella formina per cubetti di ghiaccio e lasciare nel surgelatore per una notte. Quando i cubetti saranno pronti, frullare le pesche in un mixer a media velocità fino a quando diventeranno una crema liscia.

Aggiungere il basilico e i cubetti di kefir e continuare a frullare, fino a che il frullato non sia ben amalgamato e cremoso.

Servire guarnito da fette di pesca e qualche foglia di basilico fresco, se lo desiderate.