Le origini storiche del kefir

Si suppone che il kefir sia originario del Caucaso, ma non si sa con certezza in che periodo. Il kefir ed altre bevande fermentate a base di latte come lo yogurt sono storicamente tracciabili ai remoti tempi delle prime forme di pastorizia e produzioni casearie. Il kefir deriva, probabilmente, dalla fabbricazione dell’ayran: latte fermentato in recipienti di rovere insieme a stinco di montone o agnello.

Caucaso Kefir Origini

Compaiono in diverse zone dell’Europa, in particolare nel sud-est, ma anche in Asia e in Africa – in Italia abbiamo una bevanda simile di origini antichissime, ossia il gioddu, tipico della Sardegna. Curiosamente, sembra che il kefir sia storicamente presente anche in paesi molto lontani tra loro come Argentina, Taiwan e Galizia (una regione nord-ovest della Spagna) e che venga preparato con grani che presentano profili batteriologici simili, ma non uguali tra loro, anche se probabilmente provenienti dalla stessa matrice iniziale.

I primi studi dettagliati sul kefir sono stati condotti da Ilya Ilych Mechnikov, Premio Nobel nel 1908, che ha osservato come i pastori del Caucaso raggiungessero un’età media più lunga degli abitanti di Parigi e l’associò al forte consumo di kefir di questi popoli.

Thompson invece studia una bevanda tipica irlandese a base di latte fermentato simile al kefir preparata tramite una coltura detta buttermilk plant, ossia pianta di latticello. Tale coltura viene usata come i grani di kefir ed è pure molto simile nell’aspetto, ma presenta batteri differenti. Questo latticello infatti, diversamente dal kefir tradizionale viene preparato con latte diluito per evitare che il prodotto finale si presenti come un gel dall’aspetto indesiderato. Egli suggerisce che questa coltura discenda in qualche modo dai grani di kefir e che possa essersi modificata a causa di condizioni climatiche differenti dalla sorgente di origine.

Kefir Grani Granuli

Ognuna di queste bevande, chiamata con nomi diversi a seconda del paese, era nota per gli incredibili benefici che portava alla salute. Marco Polo riporta dai suoi viaggi l’esistenza di una bevanda fermentata a base di latte con un tenore alcolico lieve (maggiore del kefir), ma che consentiva alle persone di raggiungere uno stato di ubriachezza. Secondo certe sorgenti storiche il kefir veniva chiamato “la bevanda del profeta” e i grani per permettere la fermentazione venivano considerati un dono di Maometto. Questi infatti venivano passati gelosamente di generazione in generazione ed erano considerati simbolo di ricchezza tra le famiglie.

La parola kefir deriva dal turco keif che significa benessere, la sensazione che si ha dopo averla consumata. Essa infatti veniva usata per svariati rimedi e consumata da coloro con problemi di digeribilità del latte normale.

Ecco tutti gli effetti benefici del Kefir sulla nostra salute!

Rispondi