Kefir di latte di soia, come prepararlo in casa

Si può ottenere un buon kefir di soia attraverso i grani di kefir normalmente fermentati nel latte vaccino. I grani hanno solamente bisogno di un periodo di tempo per abituarsi al nuovo latte, per cui all’inizio forse il sapore e la consistenza non saranno ottimali (dipende comunque dalla marca del latte utilizzato). Trovato il latte di soia “giusto”, il kefir che ne risulta avrà un buon sapore e la consistenza di uno yogurt denso e cremoso.

La differenza principale con il kefir di latte di mucca è che essendo preparato con latte vegetale è completamente vegano e inoltre risulta molto meno calorico di quello preparato con il latte vaccino. Naturalmente contenendo i probiotici del kefir, mantiene tutti i benefici ottenuti dall’assunzione. Senza contare la comodità di prepararsi in casa un ottimo e salutare yogurt di soia!

kefir yogurt

I grani nel latte di soia si riproducono ugualmente, anche se più lentamente, ma  con il passare del tempo perdono vitalità e forza, perciò ogni sei mesi dovranno essere sostituiti con nuovi grani, oppure messi a “riprendersi” nel latte vaccino (a cui si riabitueranno senza problemi) e poi riconvertiti di nuovo alla soia.
Per questo si consiglia di mantenere 2 colture parallele, una con latte vaccino e una con il latte di soia. Quella con il latte vaccino ci servirà nel momento in cui i nostri grani fermentati nel latte di soia saranno un po’ esauriti! Oppure possiamo congelare un po’ di grani in un barattolo di vetro coperti da un po’ di latte, in modo da poterli scongelare e utilizzare in caso di bisogno.

Molto importante: il latte di soia per il kefir deve essere un latte naturale (biologico) e senza aggiunte di sorta. Questo vale sempre quando si utilizza un latte vegetale per il kefir, perché additivi, vitamine, conservanti e aromi potrebbero in breve uccidere i vostri grani! Leggete bene gli ingredienti prima dell’acquisto, in commercio si trova latte addizionato con vitamine e calcio, oppure olio di girasole o con calcio e in alcuni casi con del sale
Latti sicuri e già testati sono il Probios, il Provamel, il Soy Dream, il Sojade, mentre Isola Bio contiene del sale e non va bene. Tendenzialmente vanno bene tutti quelli senza addizioni e aromi!

Ultimamente si trova alla Coop un latte di soia buono ed economico, completamente naturale, io l’ho provato e dal primo tentativo convertendo i grani di latte vaccino, il latte ha fermentato benissimo, il siero si è separato e ho ottenuto uno yogurt denso e cremoso, per cui ve lo consiglio! Gli ingredienti sono solo acqua e semi di soia decorticati e in più è biologico!

latte di soia coop

COOP Bevanda biologica di SOIA
Prezzo: 1,55 € al litro
Ingredienti: acqua, semi di soia* decorticati 7,2%. *biologico

In questa tabella potete guardare le caratteristiche dei vari latti di soya in commercio, come abbiamo detto vanno bene quelli senza addizioni.

Latte di soya, confronto tra i vari in commercio

Come produrre kefir di latte di soia in casa!

Vediamo ora la ricetta vera e propria per produrre in casa il kefir di latte di soia! La proporzione tra grani e latte è sempre di 1:10

Ingredienti:
grani di kefir dal latte vaccino
latte di soia
1 cucchiaino di zucchero bianco

Preparazione:

La prima cosa da ricordare è che il kefir di soia potrebbe avere delle tempistiche più lunghe di quello con latte vaccino, lasciate quindi i grani a fermentare tra 36 e 48 ore. Controllate comunque la separazione dal siero e la consistenza durante la preparazione.

Prima di preparare il kefir da bere o mangiare i grani attraverseranno un periodo di adattamento. Il kefir raggiungerà un sapore ottimale solo dopo una decina di giorni dall’inizio del procedimento. Le prime 4 o 5 volte purtroppo dovrete buttare quanto ottenuto, quindi fatene una piccola quantità. Si userà il 50 % di latte vaccino e il 50 % di latte di soia in modo da permettere ai grani di adattarsi e si aggiunge anche un cucchiaino di zucchero per dargli più nutrimento, dato che il latte di soia non contiene lattosio.

La preparazione è la solita: si prende un barattolo di vetro e si riempie per metà di latte vaccino e per metà di latte di soia. Si aggiunge un cucchiaino di zucchero e un paio di cucchiai di grani di kefir prelevati dal latte vaccino. Il vasetto va chiuso, ma non ermeticamente, va bene un telo di cotone fermato da un elastico. Riponetelo al buio e lasciatelo riposare 48 ore. Dopo 2 giorni i grani si filtrano e il kefir ottenuto si butta. (Potete guardare come filtrare i grani di kefir nella preparazione classica). Si ricomincia da capo con la preparazione e si va avanti così per 4 o 5 volte. A questo punto si può passare definitivamente al latte di soia e si può iniziare a consumare il kefir.

Io adoro questo kefir di soia, perché permette di ottenere in casa uno yogurt completamente vegetale da utilizzare in tante preparazioni, molto più buono (almeno per il mio gusto) degli yogurt di soia trovati in commercio. Si può usare in tante preparazioni vegane, ad esempio per creare una buonissima maionese vegana utilizzandolo in questa ricetta Mayò di kefir, oppure usare in sostituzione dello yogurt nei dolci vegani! Si possono anche preparare dei buonissimi frullati!

frullato kefir

8 thoughts on “Kefir di latte di soia, come prepararlo in casa

  1. Ciao… ma se uso i grani di kefir da latte vaccino non è + vegan… non c’è altro modo?

      1. avendo letto nell’articolo GRANI KEFIR DAL LATTE VACCINO credevo fossero estratti da lì o che cmq fosse uno starter di derivazione animale… ho letto un po’ in giro ed ho visto che ci sono anche i grani kefir d’acqua, che mi pare di aver capito siano gli stessi ma convertiti… giusto? Quindi grani da latte o d’acqua sarebbero la stessa cosa? C’è un po’ di confusione in rete…
        Grazie

        1. Ciao,
          i grani di kefir d’acqua sono diversi (trasparenti) e pare derivino da un cactus, quindi puoi utilizzarli tranquillamente se sei vegana, anche nel latte di soia. Otterrai una bevanda meno simile allo yogurt, non densa e un po’ frizzantina (come il kefir d’acqua).
          Un altro discorso è convertire i grani di latte e utilizzarli nell’acqua o nelle bevande vegetali…vedrai la differenza perché questi sono bianchi e non trasparenti!

  2. Salve, avrei una domanda da porvi…
    Sto provando a fare il kefir con latte di soia, ma non capisco come regolarmi con le quantità.
    Ad esempio nella dieta che seguo, ho 250 ml di latte di soia a colazione, ma vorrei utilizzare il kefir autoprodotto.
    Visto che su un cucchiaio di grani e 250 ml di latte di soia, eliminando il siero che ne deriva dalla trasformazione ho circa 40/50g di prodotto cremoso ottenuto dalla premitura dei grani; questo quantitativo di “yogurt” ottenuto quindi avrà i valori nutrizionali di 250 ml di latte utilizzato in origine o di 40/50 ml???

    Attualmente ho nel barattolo graduato 500ml di latte di soia, e circa 300ml sono soltanto di siero…
    Grazie per l’aiuto

    1. Per regolarti con il kefir, conta che ha più o meno le calorie del latte da cui proviene, in base a quanto ne assumi, quindi in questo caso 40/50 gr! A presto 🙂

  3. Grazie per la tua utile guida 🙂 Dopo aver sperimentato per un anno il kefir d’acqua, passo finalmente a quello di latte… vegetale! Incappo nel tuo bellissimo scritto in cerca di consiglio e condivido con te un mio dubbio, magari la tua esperienza mi può aiutare. Se parto con una nuova coltura di grani di kefir da reidratare, devo comunque partire da mezzo litro di latte vaccino abbinato mezzo di soia o posso direttamente utilizzare il latte di soia solo? Buona serata :-*

Rispondi