Primosale con siero di kefir

Il siero ottenuto durante la preparazione del kefir di latte si può utilizzare per cagliare il latte e produrre facilmente ottimi formaggi in casa come ricotta (qui la ricetta) e primosale.
Ecco come fare per ottenere del primosale usando il siero di kefir come caglio:

Primosale con siero di kefir

Ingredienti
1 litro di latte;
300 ml di siero di kefir;
Sale 1 cucchiaino;

Attrezzatura
Una pentola capiente in acciaio inox;
Schiumarola;
Scolapasta con dentro un telo o una garza o una fuscello per formaggi.

Procedimento
– Mettere il latte sul fuoco e portare ad ebollizione. A fuoco spento aggiungere il sale e il siero mescolando bene e coprire subito.
– Lasciare riposare coperto per 10 minuti
– Trascorsi 10 minuti rompere la cagliata con la schiumarola, raccogliere i fiocchi che si sono formati e depositarli con la schiumarola all’interno della fuscella per ricotta o di uno scolapasta rivestito con il telo di cotone.
– Lasciare raffreddare e riporre il formaggio in frigo.

Questo primosale si può consumare fin da subito o essere conservato in frigorifero per qualche giorno.

A piacere si possono aggiungere erbe, come basilico, prezzemolo o erba cipollina, peperoncino, miele o altri aromi.

Suggerimento: Il siero avanzato nella pentola può essere nuovamente usato per produrre una buonissima ricotta! Ecco la ricetta!

Buon appetito!

5 thoughts on “Primosale con siero di kefir

      1. Perbacco!
        Quindi cominciando il primosale come da tua ricetta sopra ci vorranno circa 3lt di latte!
        Grazie mille preziosissima.

  1. Ciao, ho utilizzato il siero avanzato nella penrtola dopo aver preparato il primo sale, per fare la ricotta, ma il latte non si è più cagliato… Il siero l’ho raccolto in un barattolo di vetro, messo in frigo e provato a fare la ricotta il giorno dopo, forse avrei dovuto farlo subito appena finito di preparare il primo sale?
    Grazie,
    Ketty

    1. Ciao Ketty, sì meglio utilizzarlo subito perchè evidentemente si era indebolito e il giorno dopo non riusciva più a cagliare il latte e forse te ne sarebbe servito di più…

Rispondi