Vareniki al kefir, ravioli russi di kefir ripieni di patate e formaggio

 

I vareniki sono ravioli con un ripieno dolce o salato, considerati un piatto tradizionale ucraino e conosciuti e consumati in Ucraina e in tutta la Russia.

Tradizionalmente i vareniki nacquero come un impasto ripieno di carne e vegetali che veniva bollito, infatti la parola vareniki significa semplicemente “bollito”.

Questi ravioli in Ucraina sono solitamente serviti con sour cream o kefir. I ripieni più comuni sono patate, funghi o pesce, ma possono essere anche dolci, ripieni di ciliegie o di formaggio spalmabile.

L’impasto di base dei vareniki è a base di farina e kefir o siero e uno o più uova (facoltative).

La ricetta che vi proponiamo ha un impasto a base di farina e kefir e il ripieno di patate e formaggio spalmabile.

vareniki al kefir con formaggio e patate

 

Vareniki ripieni di patate e formaggio spalmabile di kefir

Ingredienti (per 12 Vareniki):

Per l’impasto

500g farina
2 cucchiaini di sale
250 ml di kefir

Per il ripieno

800-900 g patate bollite
1 cipolla
100 gr formaggio spalmabile di kefir (qui la ricetta)
1 cucchiaio di olio

1 cucchiaio di burro fuso
una manciata di aneto
sale e pepe

Per guarnire
1-2 cucchiai di kefir a porzione
1 po’ di aneto o menta
una noce di burro

vareniki 4

Preparazione

Mettere il kefir (o il siero) in una ciotola, aggiungere il sale e iniziare a versare la farina, impastando. Continuare ad impastare per alcuni minuti finché l’impasto non sarà liscio ed elastico.

Coprire la ciotola con una pellicola e far riposare 30 minuti.

Intanto preparare il ripieno.

Lessare le patate con la buccia e quando saranno pronte, sbucciarle e ridurle in poltiglia, aggiungendo il burro fuso. Far rosolare la cipolla tritata in una padella con un cucchiaio d’olio. Mescolare le patate e la cipolla. Aggiungere il formaggio spalmabile di kefir e l’aneto e amalgamare bene. Se necessario aggiungere il sale.

Riprendere l’impasto, cospargere di farina il piano di lavoro e stenderlo in uno strato sottile. Utilizzando una forma circolare (per esempio un bicchiere) tagliare dei dischi di pasta di circa 10 cm. Farcire ogni disco di pasta mettendo nel centro un po’ di ripieno e chiudere il raviolo piegando in due i dischi e facendo combaciare i bordi. Pressate bene i bordi per incollarli.

Vareniki

Cuocete i vareniki in abbondante acqua salata bollente finché questi non vengono in superficie,  teneteli ancora circa 10 minuti (se sono più piccoli bastano anche 4-5 minuti dall’affioramento).

Servite i vareniki guarnendoli con una noce di burro, 1-2 cucchiai di kefir e un po’ di aneto o menta tritati.

Buon appetito!

Note:

I vareniki possono essere surgelati crudi e conservati fino a 6 mesi.

Si può realizzare anche una versione dolce dei vareniki, utilizzando lo stesso impasto base, ma riempito con le ciliegie e guarnito con ciliegie e kefir! Una bontà!!

 

 

 

 

 

Rispondi